Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all'utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” ne autorizzi l'uso.

I VANTAGGI

  • ECONOMICA

  • RAPIDA

  • TRASPARENTE

  • SEMPLICE

  • SICURA

  • ONLINE

Tassi sempre più interessanti per la Cessione del Quinto

Le erogazioni legate alla Cessione del Quinto hanno avuto una significativa crescita negli ultimi anni. Nel 2019 la quota di mercato attribuita a questo prodotto è stata circa del 9% del mercato totale del credito al consumo e nell'anno che ci apprestiamo a concludere è stata  del 10%. Quest'ultimo dato è molto rilevante in un anno sconvolto dal Covid-19 che ha avuto di riflesso effetti drastici sui mercati,   evidenziando seri cali nel settore.

Cosa rende così interessante la Cessione del Quinto?

 

Grazie ad una serie di interventi puntuali mirati alla tutela dei consumatori e al coinvolgimento di Istituti Bancari e Finanziari specializzati, la Cessione del Quinto sta godendo di una seconda vita. Non è più rivolta prevalentemente a fasce di clientela che faticavano ad avere accesso al credito ma si rivolge a tutti coloro che dietro la garanzia di una busta paga o di una pensione possono scegliere un prodotto competitivo e trasparente. Tutti i costi sono contenuti nel TAEG così le offerte  sono facilmente comparabili. Ci siamo lasciati finalmente alle spalle politiche che permettevano di evidenziare tassi contenuti ma costi elevati, non sempre facilmente intuibili.

Perchè scegliere una Cessione del Quinto

 

La Cessione del Quinto è un prodotto semplice per i clienti. I requisiti sono spesso presenti sulle pagine web dei siti specializzati o comunque vengono esplicitati da consulenti esperti e preparati. Il requisito più lampante è la busta paga  o la pensione mensile.

La Cessione del Quinto permette dietro garanzia di un reddito mensile certificato da busta paga o da pensione di ottenere un prestito il cui rimborso è effettuato direttamente dal datore di lavoro o dall'Ente pensionistico. Questa procedura permette di sgravarsi mensilmente dell'onere del pagamento diretto da parte del cliente e la quota viene trattenuta sul reddito mensile percepito dal richiedente. La rata non può superare un quinto dello stipendio o della pensione.

Non è necessario comunicare lo scopo del finanziamento ed è possibile ottenere finanziamenti proporzionati al reddito, alla durata e alla propria età anagrafica. La durata  minima è di due anni e la durata massima è di dieci anni.

Il finanziamento è concesso ad un tasso fisso e la rata non può variare. In questo modo il richiedente non potrà subire oscilazioni che lo mettano in difficoltà.

Il prodotto prevede la sottoscrizione di polizze assicurative a tutela del credito in caso di perdita del lavoro o in caso di decesso.

Trasparenza

 

Le banche e gli Istituti Finanziari devono mettere a disposizione del cliente un documento, Informazioni Europee di base sul credito ai consumatori (IEBCC), che in modo chiaro e trasparente indichi l'importo erogato, l'importo finanziato, il tasso applicato e tutti i costi connessi all'operazione. Questo documento deve essere consultabile e messo a disposizione del richiedente prima della sottoscrizione del contratto di finanziamento. 

Attraverso il Taeg il cliente potrà comparare diverse offerte e scegliere in modo consapevole quale preventivo sia maggiormente in linea con le sue esigenze.

Centro Finanziamenti S.p.A. ad esempio mette a disposizione in modo molto semplice ed intuitivo uno strumento per poter simulare diversi preventivi e verificare le caratteristiche del prodotto scelto ed i relativi costi attraverso il sito creditonline.it.  

pubblicato il 05/01/2021

A cura di: Marta Viganò

Alternate Text Torna alla lista news